1 2 3

Notizie

Stampa il contenutoCondividiAumenta la dimensione del carattereDiminuisci la dimensione del carattere
12.08.2020 14:40

A Portorose e Pirano superati i resultati turistici dello scorso anno

A luglio sono stati registrati a Portorose e Pirano, che sono in vetta per il numero di buoni vacanza incassati, quasi 85.000 arrivi e ben 330.000 pernottamenti con cui hanno superato i risultati dell’anno scorso. In testa gli ospiti sloveni con due volte e mezzo in più di pernottamenti.
Ottime visite a luglio

Secondo i dati del portale ttaksa.si soni stati registrati in tutte le capacità ricettive del Comune di Pirano quasi 85.000 arrivi di ospiti ovvero il 2 percento in più in confronto con l’anno scorso. I turisti hanno generato ben 330.000 pernottamenti, quasi 1% in più rispetto all’anno scorso. Il maggior numero di pernottamenti, quasi la metà (45%), è stato generato negli alberghi, ma in comparazione con l’anno scorso è stato realizzato “solo” l’84% di pernottamenti negli alberghi. Il motivo risiede soprattutto nel fatto che il 16% degli alberghi sono rimasti chiusi anche durante la stagione estiva. Sono invece molto incoraggianti i risultati delle altre tipologie di pernottamento. Così, ad esempio, hanno registrato nel marina una crescita del 42%, nel campeggi del 37% e negli alloggi privati del 19% di pernottamenti rispetto all’anno scorso. Secondo i dati dell’Ufficio delle imposte sono stati incassati fino al 9 agosto 63.899 buoni vacanza nell’importo di 9,9 milioni di euro – un netto primo posto a livello nazionale.

Due volte e mezzo in più di pernottamenti domestici

Considerando la nazionalità erano in netto vantaggio gli ospiti sloveni che hanno generato in luglio ben il 70% di tutti i pernottamenti nel Comune di Pirano. Rispetto allo scorso anno, si è vista una crescita del 160% dei pernottamenti domestici. Al secondo posto gli austriaci (7%), seguiti da tedeschi (6%), ungheresi (4%), cechi (2%), slovacchi (2%) e italiani (1,5%). Tra quest’ultimi si registra il calo maggiore dei pernottamenti, poiché hanno generato quasi il 70% in meno rispetto allo scorso anno. Il calo minore, solo il 27% in meno, si registra tra gli ospiti tedeschi.

Nell’anno scorso sorpassato il milione di pernottamenti

L’anno scorso ha visto superare il milione di pernottamenti a Portorose e Pirano in sette mesi, mentre quest’anno si è ottenuta una buona metà del risultato del 2019. Da gennaio a fine luglio sono stati registrati 562.000 pernottamenti in tutte le capacità ricettive del Comune di Pirano.

Risultati prodotti da una serie di misure

“La buona visita è il risultato di una combinazione di diverse misure che hanno convinto gli sloveni a trascorrere le vacanze qui. Lo Stato ci è venuto incontro con l'introduzione dei buoni vacanza, l'Ente sloveno per il turismo ha organizzato la campagna Slovenia mia, noi, invece, abbiamo contribuito con la campagna Ritorno a Portorose e Pirano.” Ha commentato così i risultati turistici mag. Igor Novel, direttore dell’Ente per il turismo di Portorose. La campagna Ritorno a Portorose e Pirano, preparata per il mercato nazionale dall’Ente per il turismo di Portorose e cofinanziata in parte anche dall’Ufficio del turismo sloveno, ha portato buoni risultati nel periodo da fine maggio a fine luglio. Il video che vede protagonista una Zastava 750 ha raggiunto 120.000 visualizzazioni su Facebook e YouTube, mentre sul portale internet www.portoroz.si registra un aumento del 25% delle visualizzazioni rispetto all’anno scorso (255.000 visualizzazioni in totale a giugno e luglio). Quest’anno si è verificato un aumento del 70% delle visioni del portale da parte degli sloveni. Sul profilo Facebook Portoroz & Piran hanno conquistato 1.000 nuovi follower. La campagna invita gli abitanti della Slovenia ad andare in vacanza a Portorose e Pirano e a scoprire angoli nascosti e nuove esperienze.